Il Convegno Nazionale si è tenuto a Gallicano sulle Alpi Apuane il 21/ 22 ottobre scorsi sul suddetto tema che può considerarsi un esito strategico della serie dei convegni e numeri della rivista “Scienze del Territorio” che dal 2013 hanno proposto i temi del ritorno alla Terra, alla Città, alla Montagna.

Il Convegno è stato impostato dalla relazione introduttiva sulla proposta di uno scenario di sistemi locali, pluridimensionali, complessi di rinascita del territorio, verso un “modello” bioregionale alternativo alla dominanza dei flussi globali di rapina dell’ambiente e distruzione dei luoghi.

Molti gli interventi sia di ordine teorico che di esperienze e processi di rifondazione di economie locali (ricco il percorso tra alcun di queste nella prima giornata).

In rapporto a questa impostazione ed in questo quadro di interventi, il contributo della nostra esperienza in atto di ricerca e di interazione sociale di OSTEMI nell’area milanese/lombarda ha assunto una sua forte connotazione, sia prima che durante il Convegno. Un contributo focalizzato sulla proposta di definizione di una nuova geografia del locale fondata sulla neoruralità come nuovo inizio radicale e come paradigma di nuova economia e civilizzazione. E che ha sostenuto la generatività di questo paradigma neorurale ed il ruolo essenziale delle sue pratiche e dei suoi attori in rete (contadini e “complici sociali”) nella fondazione di sistemi territoriali locali e della loro stessa complessità.

-Abstract dell’intervento di Giorgio Ferraresi:

 

-Presentazione di Giorgio Ferraresi:

 

-Poster Ostemi:

 

 

Link alla Società dei Territorialisti

Annunci